…OSCAR ELETTORALE…


cult Se la settimana scorsa mi sono cimentato in una strenua quanto impossibile difesa dell’ex bimbo prodigio del Giornale di Sallusti caduto ahimè in disgrazia, oggi è d’obbligo allargare la riflessione.

Finita la tornata elettorale, rimane il lascito di un’agitazione fremente dell’animale “Sistema” per mezzo delle sue propagigni nervose più periferiche: il torrente mass-mediatico. Sembrava che si dovesse fare un governo a tutti i costi nel giro di poche ore, pena la venuta delle sette piaghe, ma i giochi sembra saranno un pò più lunghi. Lo schoc elettorale ha scosso i vertici del PD. Ma non si capisce il perchè ! Era nell’aria, come è nell’aria la primavera: un fatto Lapalissiano ! Questo la dice lunga o sul loro “fiuto” politico o viceversa sulle loro facce toste ! Era chiaro a tutti, meno che a loro a quanto pare, che l’elettorato non avrebbe premiato “l’alto senso di responsabilità” che ha caratterizzato le scelte del PD degli ultimi tempi nel sostegno al governo Monti (il rinnovo delle pensioni d’oro del 2 Maggio, l’aumento di 500€ della diaria dei parlamentari votata a Settembre, il cocciuto mutismo sull’argomento rimborsi elettorali argomento tabù di cui non si parla mai !, il resto IMU, IVA, tagli, sono bazzecole). Non ci voleva un politologo per capire come sarebbe andata a finire. Lunedì sera si sono presentati con la faccia di circostanza come di chi va al funerale di un lontano parente dicendo – che, Sì, in effetti era andata un pò male ma comunque erano disposti a fare un governo in quattro e quattr’otto con i Grillini ! Gli stessi di cui fino al giorno prima dicevano che si trattava del partito fascista reincarnato ! Una fretta di concludere pari solo a quella che hanno le puttane dei camionisti !

Il PDl invece del “non sapevo e lo scopro solo adesso !” – ha preferito usare un’altra strategia, semplicemente ignorare il duro materialismo dei numeri e della realtà ! Per il PDL la realtà semplicemente non esiste. Il suo capo, dopo aver passato le ultime settimane a sproloquiare in tutte le televisioni, come solo il marasma da sindrome di Korsakoff può fare, promettendo tutto e il suo contrario, scopiazzando programmi elettorali di altri partiti trovati in giro, ha provocato disagi di ordine pubblico convincendo migliaia di suoi “credenti” e seguaci o verosimilmente persone affette dal suo stesso male  ad andare alle Poste e ai CAF per la restituzione dell’IMU. Ci sarebbe da chiedersi, viste le premesse, se sia stato giusto consentire a quelle persone di conservare il diritto al voto.

Esilarante poi il pezzo di Cicchitto e Capezzone. Se fossimo un paese che valorizza le professionalità potrebbero diventare un autentico cult. Una coppia come Gianni e Pinotto ! Quei due “ragazzi” hanno un mestiere in mano per davvero e non lo sfruttano ! Il PDL in 5 anni è riuscito a perdere qualcosa come 7 milioni di voti ! Detta così sembra più simile alla Shoah o alla peste medioevale che a una tornata elettorale fortunata, eppure il PDL nella “loro” (di Gianni e Pinotto) elucubrazione fantaingegneristica non solo non si lecca le ferite  ma riesce pure a celebrare una vittoria. Miracoli del delirio mediatico ! La realtà perde di consistenza e diventa eterea, tutto può essere una cosa o il suo contrario ! Nulla esiste ! Se fossero soldi delle aziende del loro Cavaliere sarebbero già per la strada a recitare questa loro riuscitissima gag davanti ai semafori !  Se il partito del cavaliere dovesse proseguire questo trend, nel giro di due tornate elettorali potremo  riscrivere il concetto di vuoto assoluto. Ma la fortunata pantomima dei due capocomici non è che l’aperitivo introduttivo offerto da chi per vocazione ha il palconscenico nel sangue. Sicuramente non rimarremo delusi dal prestigioso contributo umano, culturale, dialettico donatoci dal PDL schierando fra le sue file personaggi dal profilo intelettuale di Razzi e Scilipuoti. Lo Spettacolo non ci deluderà certamente !

Per ultimo non rimane che una chiosa sul nuovo attore di questa sgangherata scena. Certo ha cavalcato il malcontento; è facile dire reddito di cittadinanza, è facile dire abolizione del rimborso elettorale, o non compriamo gli F34 ma cosa accadrà per davvero ? Quanto agli aerei, ci sono imprese italiani che lavorano per la produzione di alcuni elementi. La perdita di questa commessa provocherebbe altri licenziamenti, oltre che l’abbandono di commesse per la produzione di tecnologie d’avanguardia nelle nostre già provate aziende.

Nella realtà il partito grillino è rimasto vittima del suo stesso successo. Non potrà formare nessun governo e non ha i numeri per farne uno tutto suo. Non potrà formare un governo col PD perchè parte di quei 7 milioni di voti di Destra mancati al PDL di cui ho parlato prima provengono dai proprietari delle piccole imprese, da artigiani, dai negozianti fregati dai controlli fiscali sugli scontrini fatti sotto il governo Prodi (mentre in contemporanea si dimenticavano dell’evasione di svariati miliardini delle slot machine e lottomatica varie).Elettori che hanno capito quanto il loro essere di destra abbia più giovato le affittuarie dell’Olgiata che loro medesimi.

Il M5S non potrà allearsi con il PDL, perchè perderebbe altrettanti voti li ha presi da elettori di sinistra stanchi di votare PD e poi vedere sempre le solite porcate fatte per “senso del dovere” o “non avevamo capito bene” oppure ancora “è successo un mezzo pasticcio ma rimedieremo”- e non vedere mai qualcosa di sinistra.

L’unica strada possibile è rimanere tutti e tre immobili come il cobra, ritti sulla coda e il muso proteso in avanti, pronti al morso mortale verso entrambe i nemici. Situazione messicana , la chiamano.

Non rimane che un’altro Governissimo, alla cui guida potrebbe andare Monti e col sostegno di entrambe le parti. Grilini fuori ad indicare la strada. Non è un’idea da scartare.  Dopotutto se lo sforzo lo si è potuto fare per lo spread, Le banche e l’Europa che ce lo ha chiesto, lo si può fare anche per fare quelle riforme di cui la gente sente più il bisogno. Il cavaliere, entrando nel governo come ministro chessò per le Pari Opportunità – potrà addurre i suoi numerosi impegni per svicolare ancora una volta gli appuntamenti con la Giustizia; il PD potrà rinnovare il suo radicato “senso del dovere” in un nuovo cimento votando questa volta leggi un pò meno canaglia, Mario Monti dopo la figura acquerellata conseguita Lunedì scorso potrà riscuotere un se non giusto, almento meritato premio. E Ingroia ?  Per quello che ha fatto, un posto al CSM è il minimo; il ragazzo se l’è meritato per davvero !

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...